“ WILLIAM SHAKSPEARE : 400 ANNI MA NON LI DIMOSTRA , “ è il tema della relazione che VENERDI’ 2 dicembre , con inizio alle ore 17.30 , il Prof. Mario PECERE, dirigente scolastico, terrà presso l’Auditorium della Biblioteca Comunale di Ostuni

L’iniziativa, promossa dall’Università delle Tre Età, nell’ambito del Progetto ‘ Ricreazione dello spirito attraverso l’incontro con l’Arte nelle sue diverse espressioni ‘ vuole ricordare il più grande drammaturgo della cultura occidentale in occasione dei 400 anni dalla sua morte.

‘ L’attualità di William Shakespeare – commenta il Prof. Mario Pecere, già docente di Lingua e Letteratura Inglese – sta nello spessore storico, culturale e letterario delle sue opere che non solo sono state tradotte in tutte le lingue ma continuano ad essere rappresentate sul palcoscenio di tutto il mondo e ad ispirare produzioni cinematografiche di grande interesse ‘

Non a caso la presentazione del più grande scrittore inglese sarà accompagnata dalla recitazione di alcuni brani delle sue opere più famose a cura di Robert McNeer, regista ed attore, fondatore della scuola teatrale ‘ La luna nel pozzo ‘ e dalla proiezione di alcune sequenze tratte dalla ricca produzione filmica.

‘ Un’ottima occasione – sottolinea Lorenzo Cirasino, Presidente dell’UNITRE – per conoscere e apprezzare uno dei più grandi scrittori e prolifici autori di commedie e di tragedie che ha lasciato traccia profonda di sé nella cultura occidentale attraverso personaggi rimasti famosi non solo per la loro caratterizzazione ma per alcune espressioni significative: è il caso di Amleto e dell’inizio del suo monologo ‘ To be or not to be – Essere o non essere . Questo è il problema 

Salva